Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
descrizione soggetto
Il fondo è composto da 78 fototipi appartenuti a Virginio Muzio e al figlio Giovanni, entrambi architetti.
Sono stati creati due servizi fotografici per riuscire a mantenere la struttura del fondo più fedele possibile all'ordinamento di Lucchetti.
Entrambi i servizi raccolgono tre fotografie montate su cartoncino aventi il medesimo soggetto e particolari diversi.
Per il periodo e per i soggetti le stampe fotografiche sono riferibili in maggioranza all'attività di Virginio nel territorio bergamasco tra gli anni Ottanta dell'Ottocento e i primissimi anni del Novecento: sono identificabili infatti facciate e particolari di edifici religiosi ai quali l'architetto lavorò per restauri o costruzioni.
Vi sono tuttavia, due fotografie datate 1927, evidentemente riferibili a progetti di Giovanni Muzio.
I soggetti sono quasi esclusivamente edifici storici: chiese, cappelle, palazzi, cinte di mura e particolari di interni e decorazioni. Fanno eccezione due stampe riferite a una processione religiosa e una che ritrae alcuni militari.
indicazioni sull'oggetto
Domenico Lucchetti aveva raggruppato le stampe in relazione alla provenienza, denominando il fondo "Muzio". Le stampe erano montate su 27 cartoncini colorati su cui aveva scritto a pennarello blu in alto "Architetto Giovanni Muzio", il quale, probabilmente, aveva dato al collezionista le fotografie proprie e del padre. In fase di riordino e di catalogazione (2017) sono stati mantenuti il raggruppamento e la denominazione dati da Lucchetti.
Il riferimento all'attività di Virginio Muzio è confermato per due stampe: sul retro della fotografia del sagrato della chiesa parrocchiale di Stezzano è stato apposto il timbro a inchiostro di Virginio Muzio, mentre sul supporto dell'immagine di piazza Garibaldi compare la firma a penna "V. Muzio".
Sulla maggior parte delle stampe sono presenti il timbro ovale a inchiostro nero "Collezione Lucchetti" e l'iscrizione a matita "Muzio"
In alcune stampe vi è indicazione di titolo o compare il luogo dello scatto.
Solamente su quattro fototipi abbiamo l'indicazione dell'autore dello scatto.
Le stampe hanno formati e caratteri tecnici differenti.
Nel dettaglio sono state riscontrate: 31 albumine, 30 gelatine al bromuro di argento, 11 aristotipi, 2 stampe su carta generica.
Sono state create a posteriori due schede di servizi fotografici per due cartoncini su cui erano stati montati 3 fototipi per ognuno.
È stato attribuito il n° di inventario a ciascun pezzo e ai due servizi fotografici secondo la dicitura "MUZ-n" apponendolo a matita sul verso della stampa.
E' stata inoltre apposta un'etichetta bianca con lo stesso n. di inventario (che funge anche da collocazione) sul recto, in basso a destra, delle buste trasparenti del nuovo condizionamento.
notizie storico critiche
Il fondo è pervenuto al collezionista Lucchetti da Giovanni Muzio.

Info

archive
Raccolta Domenico Lucchetti
event
Materiale datato al [1880 - 1927]
category
positivo

in questa sezione

folder_open

Fondo Muzio

Immagine
info
keyboard_arrow_down
Immagine
info
keyboard_arrow_down
Immagine
info
keyboard_arrow_down
Immagine
info
keyboard_arrow_down

E altre 53 schede

Mostra altre schede
crop_original

immagini

library_books

Informazioni
Archivistiche

Segnatura: MSB.LUC.MUZ
Titolo attribuito: Fondo Muzio
inbox
fondo di appartenenza
Raccolta Domenico Lucchetti
Esplora il fondo
description
consistenza
Stampe fotografiche vintage: 78
Info
Soggetto Produttore
person
Lucchetti, Domenico
Muzio, Giovanni
Muzio, Virginio
vpn_key
Museo delle storie di Bergamo
Convento di San Francesco
p.zza Mercato del fieno, 6/A - 24129, Bergamo
edit
Ivan Calia
attach_file

Allegati