Caricamento
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Città Alta 1926-1938

Il Piano di Risanamento e Luigi Angelini

A cura di Valentina Raimondo

Con Città Alta 1926-1938. Il Piano di Risanamento e Luigi Angelini il Museo delle storie di Bergamo inaugura una collana dedicata alla fotografia storica.

Ogni numero offrirà una chiave di accesso diversa al prezioso patrimonio di immagini dell’Archivio fotografico Sestini: più di un milione di scatti che documentano la storia, di Bergamo e d’Italia, dall’invenzione della fotografia fino agli anni Novanta del XX secolo.

Questo primo numero, attraverso una suggestiva galleria di immagini di una Bergamo degli anni Trenta, testimonia un momento importante della storia d’Italia del primo Novecento: la nascita dei centri storici concepiti come luoghi da conservare nel loro tessuto complesso, attraverso piani di ‘risanamento’ dal degrado igienico-sanitario, senza demolizioni massive bensì con interventi di sapiente restauro e rifunzionalizzazione. Bergamo non fa eccezione, anzi offre un esempio virtuoso di riflessione architettonica e di pianificazione urbanistica.

Protagonista di questa storia, entro la cornice di una Bergamo ‘risanata’, è Luigi Angelini, architetto ingegnere di fama internazionale di cui quest’anno ricorrono i cinquanta anni dalla scomparsa.

Edizione bilingue: italiano-inglese

 

Curato da: Museo delle storie di Bergamo

Promosso da: Comune di Bergamo, Museo delle storie di Bergamo e SIAD – Fondazione Sestini, edito da Nomos Edizioni.

In collaborazione con: Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti di Bergamo